La massoterapia come trattamento EBM per la fibromialgia

La fibromialgia è un disturbo facente parte di uno spettro di sindromi prive di una classificazione precisa. La massoterapia, come uno dei trattamenti complementari e alternativi, risulta utile per la cura della fibromialgia

Fibromialgia: di cosa si tratta

La fibromialgia è una sindrome clinica complessa caratterizzata da dolore cronico diffuso e da un insieme di altri sintomi tra cui: ansia, depressione, disturbi del sonno, rigidità e una varietà di disturbi somatici. Spesso è considerata come parte della panoramica globale delle sindromi somatiche funzionali che sono altrimenti inspiegabili dal punto di vista medico o parte di un disturbo di somatizzazione

I pazienti con fibromialgia condividono i sintomi con altri problemi somatici funzionali, inclusi problemi di mialgie, artralgie, affaticamento e disturbi del sonno. In effetti vi è spesso una sovrapposizione diagnostica e di classificazione per le definizioni dei vari casi di una varietà di disturbi di somatizzazione. La fibromialgia, tuttavia, è una sindrome di fondamentale importanza di cui medici e scienziati devono essere a conoscenza. I pazienti dovrebbero essere presi molto sul serio e dovrebbero essere fornite delle cure ottimali.

Sebbene patologie infiammatorie contagiose e le malattie autoimmuni sono state tutte ascritte a eventi eziologici nello sviluppo della fibromialgia, ci sono pochissimi dati a sostegno di tale tesi. Molti di questi disturbi sono associati a depressione e ansia e possono persino far parte di quelli che a volte sono stati chiamati disturbi dello spettro affettivo. Non ci sono prove che il trauma fisico, come incidenti automobilistici, sia associato allo sviluppo o all’esarcebazione della fibromialgia.

La medicina delle prove di efficiacia, EBM

La medicina delle prove di efficacia, nota anche come medicina basata sulle evidenze (EBM, Evidence- based medicine), è un metodo clinico ideato per il trasferimento delle conoscenze derivanti dalle ricerche scientifiche alla cura dei singoli pazienti. David L. Sackett, considerato il padre del metodo, l’ha definita come: l’uso esplicito e coscienzioso delle migliori prove scientifiche nel prendere decisioni nella pratica medica.

La massoterapia

La massoterapia è una delle tecniche terapeutiche più antiche, se non la più antica. Il termine pare derivare dal greco massein (impastare, modellare) o dall’arabo mass (frizionare, premere). Indicata soprattutto per chi soffre di dolori alle articolazioni muscolari o di sintomatologia doloroso legata a problemi del sistema circolatorio o linfatico.

Effetti benefici della massoterapia

Sul tessuto muscolare la massoterapia aumenta il tropismo e la capacità di recupero in quanto il muscolo, essendo riccamente vascolarizzato e innervato, trae beneficio dalle stimolazioni meccaniche che ne migliorano il tono.

  • Sul sistema nervoso agisce soprattutto sul dolore con effetto sedativo; lo scorrere delle manovre in modo calmo e continuo, determina un effetto rilassante per azione diretta sul muscoli.
  • Sulla cute produce una riduzione dello strato corneo, una mogliore vascolarizzazione e un miglior trofismo, migliora l’elasticità, aumenta le funzioni specifiche (secrezione sebacea), facilita la penetrazione di sostanze, produce una vasodilatazione di tipo attivo con conseguente arrossamento, migliora la sensibilità propriocettiva, dolorifica e calorica. 
  • Infine sulla circolazione la massoterapia ha un effetto prevalente sul circolo di ritorno, poco sui capillari. 

Massoterapia e fibromialgia

La massoterapia, come uno dei trattamenti complementari e alternativi, è stata ampiamente utilizzata per la cura della fibromialgia. Può migliorare il dolore, l’ansia, la depressione e i disturbi del sonno grazie alla complessa interazione di modalità di azione sia fisiche che mentali.

Una revisione sistemica del 2015 (Effectiveness of different styles of massage therapy in fibromyalgia: a systemic review and meta-analysis Susan Lee King Yuan et.ha dimostrato che la maggior parte degli stili di massoterapia hanno migliorato la qualità della vita dei pazienti con fibromialgia. Il rilascio miofasciale migliora anche l’affaticamentola rigidità e la qualità della vita. Il massaggio del  tessuto connettivo migliora la depressione. Il drenaggio linfatico manuale è superiore al massaggio del tessuto connettivo per quanto riguarda rigidità, depressione e qualità della vita nel breve e medio termine mentre il massaggio svedese non ha avuto effetti benefici.

​In conclusione, il trattamento per la cura della fibromialgia deve essere incentrato sull’educazione, il supporto del paziente, la terapia fisica (la massoterapia dovrebbe essere utilizzata, costantemente, come trattamento complementare e alternativo da operatori sanitari abilitati come da normativa vigente), l’alimentazione e l’esercizio fisico, compreso l’uso di farmaci (approvati per il trattamento della fibromialgia).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *